LGBT

Logo ready

 
RE.A.DY
Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere

 

La Città Metropolitana di Torino, come altre amministrazioni locali e regionali, ha avviato politiche per favorire l'inclusione sociale delle cittadine e dei cittadini LGBT (persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali/transgender), sviluppando azioni per contrastare le discriminazioni basate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere.
Capita che le persone LGBT vivano situazioni di discriminazione nei diversi àmbiti della vita familiare, sociale e lavorativa a causa del perdurare di una cultura condizionata dai pregiudizi.
Risulta pertanto essenziale l'azione delle Pubbliche Amministrazioni per promuovere, sul piano locale, politiche che sappiano rispondere ai bisogni delle persone LGBT, contribuendo a migliorarne la qualità della vita e creando un clima sociale di rispetto e di confronto libero da pregiudizi. Su questi presupposti La Città Metropolitana di Torino  ha aderito alla Rete Nazionale RE.A.DY, per sviluppare azioni e diffondere buone prassi finalizzate al superamento di ogni discriminazione nei confronti delle persone LGBT, sottoscrivendo la Carta di Intenti, contenente le finalità, gli obiettivi e le azioni della Rete.
Gli Enti Locali e Regionali si sono messi in rete per promuovere culture e politiche delle differenze e sviluppare azioni di contrasto alle discriminazioni basate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere. La Rete ha fra i suoi obiettivi quello di valorizzare le esperienze già attuate e adoperarsi perché diventino patrimonio comune degli Amministratori pubblici locali e regionali italiani, contribuendo in modo attivo alla sua gestione e al suo sviluppo, promuovendo sinergie locali, utilizzando e valorizzando le risorse già esistenti, impegnandosi nella promozione e diffusione di buone prassi sul territorio.
In occasione del 17 maggio 2018, Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, International Day Against Homophobia, Biphobia and Transphobia (IDAHOBIT), è stata realizzata una mostra fotografica digitale congiunta dedicata al tema "famiglie arcobaleno", a cui anche la Città Metropolitana di Torino ha contribuito.
Guarda il video illustrativo della Mostra fotografica nazionale della RE.A.DY "Famiglie. Tutti I colori delle famiglie in Italia".
La mostra fotografica, ha voluto mettere in rilievo le esperienze di ogni territorio dei partner RE.A.DY, sensibilizzando la cittadinanza nazionale sulla tematica prescelta, evidenziando le azioni comuni e la visibilità della RE.A.DY.
L'incontro annuale 2018 della Rete RE.A.DY, si è tenuto a Bologna il 22 e 23 ottobre.

I lavori dell'incontro annuale 2018 hanno destato interesse principalmente su due grandi temi:
Incontro Readyottobre 2019
 
  • la registrazione anagrafica delle figlie e dei figli delle coppie omogenitoriali 
  • le Leggi regionali contro l'omotransfobia, e i progetti di legge in iter di approvazione nei Consigli regionali italiani.
In particolare, è stata dedicata una specifica tavola rotonda al tema "Esperienze a confronto sul percorso attuato dalle Amministrazioni comunali per la registrazione anagrafica delle figlie e dei figli delle coppie omogenitoriali", in cui amministratri
ci e amministratori hanno messo a confronto i percorsi attuati dalle varie Amministrazioni Comunali, col contributo delle/dei tecniche/i degli uffici di Stato Civile.

L'Incontro annuale è l'occasione di incontro delle pubbliche amministrazioni per lo scambio di buone prassi e per conoscere l'attività della Rete.

Il 17 maggio 2019, in occasione della Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia International Day Against Homophobia, Biphobia and Transphobia (IDAHOBIT), l'Assemblea degli stati che compongono l'Organizzazione mondiale della sanità ha cancellato l'omosessualità dalla lista delle malattie mentali. La Citta metropolitana di Torino, aderendo alla proposta della rete Ready, a testimoniare che le amministrazioni pubbliche sono a fianco delle persone LGBT, ha realizzato una "cartolina" che riprende il motto "Celebrate the freedom to love" e lo affianca a "La Città metropolitana contro l'omotransfobia", accompagnato dagli hashtag #unsegnocontrolomotransfobia, #reteready #readyper17maggio.
La cartolina è stata diffusa sui canali istituzionali e social dell'Ente con l'invito a condividerla.

 

Cartolina Re.a.dy.
 

 

 
Al termine dei lavori è stata votata l'iniziativa congiunta in occasione del prossimo 17 maggio 2020, Giornata internazionale contro l'omotransfobia: una campagna nazionale sul tema "Love Speech, i discorsi del rispetto e dell'inclusione", che vuole essere un messaggio di speranza.
Scelta anche la sede per il prossimo Incontro Annuale della rete: sarà Napoli ad ospitare nel 2020 i partner RE.A.DY da tutta Italia.
Le due intense giornate di lavori hanno visto rappresentanti politiche/i e amministrative/i da tutta Italia impegnat@ nello scambio di informazioni e buone pratiche sia tra Enti Pubblici, sia tra questi e le Associazioni presenti. I temi principali affrontati sono stati quelli della scuola, della formazione del personale delle PA, dello sport, di spazi gender free, di servizi Lgbt friendly, del lavoro in rete.

L'evento pubblico è stato dedicato al tema dei discorsi dell'odio, quelli che colpiscono, ferendo le persone nella propria identità, sia nei luoghi fisici sia negli spazi virtuali dei social. Relatrici e relatori espert@ hanno analizzato la tematica dal punto di vista sociologico e normativo, fornendo, attraverso progetti specifici ed esperienze realizzate, gli spunti per una contronarrazione positiva delle differenze e della loro ricchezza.

La RE.A.DY conta oggi 155 partner, che sono impegnati a progettare servizi che riflettono le complessità esistenti nel tessuto sociale, portando, nei vari campi di attività pubblica, l'attenzione alle tematiche LGBT, anche in intersezione con gli altri assi di discriminazione, come genere, disabilità, origine etnica, età, condizioni personali e sociali.


Per informazioni
Dott.ssa Monica Tarchi – dirigente Direzione Istruzione, pari opportunità, welfare
Dott.ssa Antonella Corigliano - 011 861 6425
Dott.ssa Antonella Ferrero - 011 861 6387