Pari opportunità

Azioni di contrasto alla violenza di genere



"La violenza nei confronti delle donne è una violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione contro le donne, comprendente tutti gli atti di violenza fondati sul genere che provocano o sono suscettibili di provocare danni o sofferenze di natura fisica, sessuale, psicologica o economica, comprese le minacce di compiere tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica, che nella vita privata."

Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul, art. 3)
 
Coordinamento Contro la Violenza sulle Donne - CCVD

A partire dal 2004 la Provincia di Torino, oggi Città metropolitana di Torino, accertata la corrispondenza delle finalità e delle attività del CCVD con le proprie politiche e i propri interventi e progetti in tema di pari opportunità tra donne e uomini, ha aderito al Coordinamento, istituito nel 2000 dalla Città di Torino, e a partire dal 2010 ne ha assunto la vicepresidenza.

Il CCVD nasce come gruppo di lavoro interistituzionale permanente aperto alla partecipazione di enti, associazioni ed organizzazioni senza fini di lucro, con lo scopo di informare e denunciare la violenza contro le donne con ogni strumento idoneo per portare il fenomeno all'attenzione della collettività.

Le associazioni presenti sul territorio metropolitano interessate ad aderire al coordinamento devono prendere contatti con gli Uffici della Città metropolitana (paritaditritti@cittametropolitana.torino.it)

 
Legge regionale 4/2016

Con l'approvazione della Legge regionale 4/2016 "Interventi di prevenzione e contrasto della violenza di genere e per il sostegno alle donne vittime di violenza ed ai loro figli" le competenze della Città metropolitana di Torino vengono riconosciute all'articolo 4 che stabilisce che, nell'ambito delle sue funzioni fondamentali di controllo dei fenomeni discriminatori in ambito occupazionale e promozione delle pari opportunità sul territorio provinciale (articolo 1, comma 85, lettera f) della legge 7 aprile 2014, n. 56), la Città metropolitana di Torino e le amministrazioni provinciali, quali enti con funzioni di area vasta, promuovono azioni volte ad assicurare le pari opportunità sul territorio di competenza, anche attraverso forme di collaborazione con i centri antiviolenza, le case rifugio e gli enti, servizi ed organizzazioni operanti nel settore a livello territoriale e con il Difensore civico regionale.

 
Centri antiviolenza

Le donne vittime di violenza o stalking che vivono sul territorio metropolitano torinese possono rivolgersi al Numero verde nazionale gratuito 1522 oppure a uno dei 9 Centri antiviolenza iscritti all'albo regionale presenti nei seguenti Comuni:

CHIERI
Centro antiviolenza InRete – cooperativa sociale Mirafiori

CHIVASSO
Centro antiviolenza La casa di via domani – associazione Punto a capo

COLLEGNO
Centro antiviolenza Centro Donna – Arci Valle Susa

PINEROLO
Centro antiviolenza SvoltaDonna - E.M.M.A. Onlus

TORINO
Centro antiviolenza della Città di Torino
Centro antiviolenza Telefono Rosa
Centro antiviolenza DonneFuturo - E.M.M.A. Onlus
Centro antiviolenza Unione delle donne del Terzo Millennio

SETTIMO TORINESE
Centro antiviolenza Uscire dal silenzio

Mappa completa con indirizzi, orari e contatti telefonici

 

Per approfondimenti