Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Viabilità nel periodo invernale
Scatta l'obbligo di pneumatici da neve o di catene a bordo. L'impegno di mezzi e personale dell'Ente.

Come ogni anno entra in vigore l’ordinanza con cui l’Ente regolamenta la circolazione sulle strade di propria competenza che attraversano territori di montagna e di collina a partire dal 1° novembre, in alcune zone dal 15 novembre, per l’intero periodo invernale.

La regolamentazione è in vigore fino al 15 aprile, ad eccezione delle arterie con percorsi a quote più alte dove vige fino al 30 aprile.

L’Ordinanza contiene l'elenco delle strade interessate dall’obbligo per i conducenti di essere muniti di mezzi antisdrucciolevoli (catene o dispositivi equivalenti) o dei pneumatici idonei alla marcia su neve o ghiaccio.
Il provvedimento, oltre a specificare le tipologie di mezzi antisdrucciolevoli e di pneumatici adottabili, vieta, in caso di neve o ghiaccio, la circolazione a ciclomotori a due ruote e motocicli.

In alcuni tratti montani l'obbligo è già scattato il 15 ottobre.

Uomini e mezzi sulle nostre strade

  • 200 tra cantonieri, tecnici specializzati nell'utilizzo dei mezzi meccanici e responsabili delle squadre locali di cantonieri, allertabili 24 ore su 24 per garantire la transitabilità di 3.000 Km di strade;
  • 410 mezzi meccanici, trattori, autocarri pesanti e medi, frese integrali e pale gommate, allestiti con spargisale e lame per lo sgombero neve, di cui 60 di proprietà della Città metropolitana e 350 di ditte appaltatrici;
  • 7 frese neve ausiliarie per la rimozione di coltri nevose in montagna, con funzioni di ribattitura delle banchine post nevicata;
  • 40 pale meccaniche ausiliarie;
  • 8500 tonnellate di salgemma e sale marino.

Sono questi i numeri che sintetizzano l'impegno del Servizio esercizio viabilità della Città metropolitana, per garantire, nel periodo invernale, la transitabilità in condizioni di sicurezza delle strade di competenza dell'Ente.

Tutte le strade sono suddivise in lotti di lunghezza compresa tra i 10 ed i 20 km, a seconda delle caratteristiche del territorio e delle sedi stradali. Su queste tratte lavorano ogni giorno squadre di cantonieri e le ditte appaltatrici per garantire: il trattamento preventivo antigelo con il sale e il sabbione, lo sgombero neve, il servizio di sorveglianza e di assistenza al transito.

Sulle strade il servizio viene iniziato a qualunque ora ed entro 30 minuti dalla richiesta di intervento quando lo strato nevoso ha raggiunto i 5 centimetri di spessore nelle zone montane, oltre gli 800 metri di altitudine, ed i 3 centimetri in pianura e collina.

Il servizio è garantito 24 ore su 24, anche nei giorni festivi e prosegue fino al cessare dell'emergenza.

(27 ottobre 2016)