Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Sportello di pubblica tutela

A Ivrea presso il Tribunale, dal 17 giugno, un nuovo sportello operativo per la pubblica tutela, una sezione decentrata dell'Ufficio di pubblica tutela della Città metropolitana. La nascita della sezione decentrata nasce dall'esperienza positiva di collaborazione con il Tribunale di Ivrea. La realizzazione di un nuovo sportello per la pubblica tutela, rivolto all'area Nord del territorio metropolitano, rientra nelle azioni del Social Lab, la parte di piano territoriale integrato GraiesLab (finanziato dal programma Interreg Alcotra) rivolta al benessere nelle comunità rurali e montane. Lo sportello, in sede di prima attivazione, verrà gestito da due assistenti sociali della Cooperativa Sociale Andirivieni, affidataria nell'ambito del progetto SociaLab.

La creazione della sezione decentrata nasce dall'esperienza positiva di collaborazione tra la Città metropolitana e il Tribunale di Ivrea, e opera a tutela delle persone in situazioni particolarmente fragili, come sottolineato dal presidente del tribunale Vincenzo Bevilacqua.

Lo sportello di Ivrea va ad aggiungersi a quelli già attivi presso il Tribunale di Torino mentre gli iscritti all'Anfass possono rivolgersi allo sportello S.A.I.? di via Bossi n. 24 a Torino, su appuntamento.
Dove non esistono più le sedi dei Tribunali, la Città metropolitana ha attivato da tempo con le Amministrazioni comunali gli sportelli di prossimità, dove si possono svolgere alcune delle pratiche relative al tribunale civile che non comportano l'assistenza di un avvocato per far sentire la giustizia vicino ai cittadini, e in particolare ai soggetti più fragili: una delle attività più importanti dello Sportello di prossimità è infatti avviare le pratiche per l'amministrazione di sostegno, quelle per i curatori speciali e per le autorizzazioni dei giudici tutelari. Attualmente sono attivi sportelli di prossimità a Pinerolo, Moncalieri, Susa, Ciriè e Chivasso.


Febbraio 2018: incontri di presentazione dello sportello di pubblica tutela

Dopo la chiusura dei tribunali distaccati e il trasferimento del territorio ciriacese sotto la competenza del Tribunale di Ivrea, la Città metropolitana ha nel 2016 firmato una convenzione con l'Ordine degli avvocati e avviato uno sportello di consulenza sui temi della pubblica tutela e dell'amministrazione di sostegno, strumenti giuridici per aiutare e proteggere le persone fragili non in grado di provvedere autonomamente alle proprie necessità.
Lo sportello offre consulenza gratuita per capire come istituire le pratiche e per stabilire e mantenere i rapporti con il giudice tutelare del Tribunale di Ivrea, in una logica di prossimità per il territorio: è una consulenza utile a chi è già tutore di sostegno o amministratore, ma anche ai cittadini che hanno bisogno, molto spesso con urgenza, di questi strumenti di sostegno delle persone fragili.

In confronto a quanto accade nel torinese, gli sportelli che fanno capo all'area canavesana sono meno conosciuti, per questa ragione la Città metropolitana ha organizzato degli incontri di presentazione dello sportello:

  • a Ciriè mercoledì 31 gennaio, presso il Centro per l'impiego di via Banna 14;
  • a Chivasso martedì 6 febbraio, presso il Centro per l'impiego di lungo piazza D'armi n. 6.

Agli incontri hanno partecipato il presidente del Tribunale di Ivrea, la consigliera delegata alle politiche sociali di questa Città metropolitana, gli assessori alle politiche sociali dei Comuni di Ciriè e di Chivasso, i rappresentanti dell'Ordine degli avvocati di Ivrea, i Consorzi socio-assistenziali e l'AslTO4.

 

(17 giugno 2020)