Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Green Lab Schools

Si chiama "Green Lab Schools" (Laboratorio per scuole verdi) l'accordo di rete presentato martedì 21 gennaio nel Municipio di Torino dagli assessori comunali Antonietta Di Martino (istruzione) e Alberto Unia (politiche per l'ambiente), dalla consigliera metropolitana con delega all'istruzione Barbara Azzarà, dal dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale Stefano Suraniti e dalla preside del Liceo Regina Margherita Francesca Di Liberti.

L'accordo, a cui al momento hanno aderito una trentina di scuole tra medie e superiori, oltre a Comune di Torino, Città metropolitana e Ufficio scolastico regionale, parte dal presupposto che la promozione della cultura ambientalista e dei comportamenti orientati alla tutela del nostro ecosistema siano compiti primari della scuola. Tra le finalità dell'intesa, l'avvio di percorsi di formazione/aggiornamento sulle tematiche ambientali per gli insegnanti, l'intensificazione dei rapporti con le Forze dell'ordine preposte alla tutela dell'ambiente, la riduzione delle plastiche monouso e dei rifiuti nocivi e la diffusione delle fonti energetiche rinnovabili.
L'idea – spiegano gli organizzatori - è nata dall'esigenza, manifestata anche da molti studenti, di tradurre la massiccia partecipazione alle recenti manifestazioni per il clima "in comportamenti quotidiani e in stili di vita propri dei cittadini attivi e responsabili". Capofila dell'accordo è il Liceo statale Regina Margherita di Torino.

"La rete "Green Lab Schools" è già una realtà viva e vitale, come sempre accade quando le scuole, con i loro docenti e i loro allievi, diventano protagoniste di un progetto" commenta la consigliera metropolitana Barbara Azzarà. "L'energia positiva che sprigiona dai ragazzi, guidati dai loro insegnanti, è già pienamente riscontrabile nelle attività preparatorie, come nel caso dell'ideazione del logo, disegnato dagli studenti del Cottini".

 

(22 gennaio 2020)