Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

Metropolitana di Torino

È proprio il caso di dire che, dopo 8 anni di lavori si vede la luce in fondo al tunnel della metropolitana al confine sud di Torino. Nella seconda settimana di aprile 2021 la linea 1 del metrò arriverà fino a piazza Bengasi, l'ultima stazione al confine con Moncalieri.
Vent'anni dopo i primi scavi, alle 21 fermate esistenti, da Collegno al Lingotto, se ne aggiungeranno altre due: una in via Nizza, davanti al Palazzo della Regione; l'altra appunto in piazza Bengasi, per un nuovo percorso sotterraneo di 1 chilometro e 800 metri.
La realizzazione delle nuove fermate è stata curata da Infra.To, società partecipata dalla Città di Torino, al lavoro dalla fine del 2012 per il completamento dell'opera. Dopo i ritardi degli anni scorsi, negli ultimi mesi per fortuna l'intervento non è stato rallentato dalla pandemia, a dispetto della positività al Covid-19 di 6 operai. Già oggi i convogli che prima si fermavano al Lingotto, proseguono la loro corsa fino a piazza Bengasi, ma senza passeggeri a bordo. Nella prima fase di collaudo vengono testati sistemi e impianti e viene formato il personale di GTT.
Il 26 marzo, dopo l'autorizzazione della Commissione nazionale di sicurezza, partirà il pre-esercizio: per due settimane, i convogli (vuoti) funzioneranno come se a bordo i passeggeri ci fossero: si fermeranno alle ultime due stazioni, effettueranno lo "scambio" dopo Bengasi e torneranno al Lingotto.

Nel mese di aprile, via Nizza sarà liberata dagli ultimi cantieri, che dal 2012 invadono la strada, ma fino ad allora proseguiranno i lavori sulle ultime due stazioni. Prima della pandemia la metropolitana serviva 150.000 passeggeri al giorno, mentre con il completamento e con il ritorno alla normalità se ne stimano 200.000.
Negli ulteriori 200 metri di rotaie dopo la stazione di piazza Bengasi i convogli potranno fare inversione di marcia dopo l'ultima fermata e ripartire subito in direzione opposta. Sarà inoltre disponibile uno spazio di sosta per i treni nelle ore notturne.
La Giunta comunale torinese ha intanto approvato la convenzione tra Città e Città Metropolitana e la società Infratrasporti.To per l'erogazione delle risorse statali da destinare alla progettazione del prolungamento della linea 1 fino al centro di Rivoli. I costi complessivi della progettazione, poco meno di un milione, saranno cofinanziati dalla Città metropolitana per 368.000 euro.


(10 febbraio 2021)