Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

MOBILITÀ SOSTENIBILE

Fai il furbo! Muoviti con il car pooling

LA VAL SUSA SCEGLIE IL CAR POOLING

Sono già 11 i Comuni della Valle di Susa che hanno scelto di aderire alla sperimentazione voluta dalla Città metropolitana di Torino nell'ambito dee progetto di cooperazione transfrontaliera ALCOTRA Italia - Francia dedicato alla mobilità sostenibile ed in particolare al car pooling.

Si tratta di Caselette, Almese, Avigliana, Villar Dora, Caprie, Condove, Vaie, Chianocco, Bussoleno, Susa e Venaus.

L'iniziativa ha preso il nome, in piemontese, FATE FURB (pdf 403 KB), uno slogan indirizzato ai tanti automobilisti che recandosi ogni giorno dal territorio verso Torino per studio o lavoro, si ritrovano imbottigliati nel traffico.

Nell'ambito del progetto "Co&Go - Covoiturage e Governance" finanziato dal Programma Interreg Alcotra la Città metropolitana di Torino che ha il ruolo di capofila ha individuato proprio al Valle di Susa per  favorire la pratica della condivisione dell'automobile privata, integrandola con altre forme di mobilità sostenibile, come il trasporto pubblico, la bicicletta, i mezzi sharing.

La sperimentazione prevede animazione territoriale, comunicazione, incontri pubblici con la popolazione e con le scuole, punti informativi e promozione sui social media per innescare in bassa val di Susa l'avvio di un cambiamento culturale ed abbattere gli ostacoli psicologici alla condivisione dell'auto, prevedendo, alla fine del progetto anche una piattaforma per la creazione e l'incentivazione degli equipaggi e la realizzazione di fermate ed aree di interscambio nei luoghi più opportuni.

I primi cinque incontri di animazione territoriale si terranno nel mese di novembre

Altri progetti di mobilità sostenibile sono ricompresi in

  • "Pascal - Percorsi partecipati scuola-casa-lavoro", a finanziamento ministeriale, nel quale è prevista l'implementazione di una vera e propria piattaforma per il car pooling (sito web ed app per smartphone) in grado di incrociare domanda e offerta di passaggi e di tracciare gli spostamenti effettuati con un'automobile in condivisione. La piattaforma, attiva dal 2020, sarà a disposizione di alcune grandi aziende ed istituti scolastici sul territorio, che ne sperimenteranno l'utilità e i vantaggi, razionalizzando i percorsi compiuti in auto da dipendenti e studenti.

 

Ultimo aggiornamento: 28 ottobre 2019