Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

In Etiopia con il progetto SMART

La CittĂ  Metropolitana di Torino ha aderito al progetto di Amref in campo agricolo e sanitario

La Città Metropolitana di Torino con Hydroaid e Politecnico di Torino ha aderito al progetto di Amref per promuovere l'accesso all'acqua pulita e alla sicurezza igienica e sanitaria e diffondere nuove competenze in campo agricolo nel distretto di Gambella.

Circa 20.600 sono state le persone coinvolte, in duecento villaggi.

Volontariato Internazionale per lo Sviluppo ha elaborato il percorso di integrazione e formazione professionale che ha coinvolto 144 giovani formati sulla lavorazione del legno.

120 giovani donne invece hanno appreso tecniche di agricoltura e produzione animale e hanno potuto avviare micro imprese a conduzione familiare.

Il progetto Smart, grazie a Hydroaid e Politecnico di Torino, ha esteso la formazione a 12 tecnici di uffici pubblici di Gambella gettando le basi per realizzare una rete fognaria e servizi igienici oggi assenti.

Ma l'attenzione si è concentrata anche su buone pratiche e igiene della comunità. In due villaggi, esperti etiopi, hanno condotto una ricerca per comprendere la situazione e pianificare gli interventi sul territorio.

Il progetto ha unito formazione, buone pratiche di sanitation e realizzazione di impianti.

Le donne sono state sensibilizzate verso pulizia personale, uso delle latrine domestiche, conservazione del cibo e prevenzione del Covid

Grazie al "marketing dei servizi igienici" sono nate micro imprese che costruiscono e fanno manutenzione alle latrine in scuole e abitazioni.

Un lavoro continuo che ha consentito a cinque dei sette villaggi coinvolti nel progetto di diventare Open Defecation Free.

 

Il progetto Smart in numeri

  • 20.616 persone formate e sensibilizzate sulle corrette pratiche igieniche e sanitarie
  • 1450 latrine realizzate nelle abitazioni
  • 1600 studenti formati sulle corrette pratiche igieniche
  • 3 blocchi di latrine scolastiche costruite in 3 scuole
  • 9 pozzi costruiti per una popolazione di 13.326 persone
  • formati 50 gruppi di gestione comunitaria e 18 responsabili della gestione del punto acqua
  • realizzato un sistema di approvvigionamento idrico con pompa d'acqua solare nel villaggio di Karmi
  • 12 tecnici di uffici pubblici formati sui temi della governance dell'acqua e della pianificazione nel settore igienico sanitario
  • 6 sanitation market costruiti
  • 30 piccole imprese costituite per la costruzione delle latrine
  • Costruito 1 centro di formazione agricola a Karmi
  • 120 donne formate in tecniche di agricoltura e produzione animale
  • 144 giovani formati per la lavorazione del legno

(26 novembre 2021)