Piano Territoriale Generale Metropolitano

PIANO TERRITORIALE GENERALE METROPOLITANO

L'articolo 1 unico della la Legge 7 aprile 2014, n. 56 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle provincie, sulle unioni e fusioni di comuni, alla lettera b) del comma 44, assegna alle città metropolitane la funzione fondamentale di: "pianificazione territoriale generale, ivi comprese le strutture di comunicazione, le reti di servizi e delle infrastrutture appartenenti alla competenza della comunità metropolitana, anche fissando vincoli e obiettivi all'attività e all'esercizio delle funzioni dei comuni compresi nel territorio metropolitano".

 

Il Piano territoriale generale metropolitano (PTGM), assume anche efficacia a tutti gli effetti di Piano territoriale di coordinamento.


Il PTGM è approvato dal Consiglio metropolitano, acquisito il parere obbligatorio dell'Assemblea dei sindaci delle Zone omogenee ed il parere vincolante della Conferenza metropolitana (articolo 8 dello Statuto metropolitano) ed è redatto con il concorso dei Comuni e delle forme associative che svolgono la funzione in materia di pianificazione urbanistica sulla base del Regolamento approvato con dCM prot. n. 1961 del 27.2.2019.

Finalità, contenuti e iter per la formazione del PTGM sono definiti dalla Legge regionale 56/77 smi.

 

 

Nelle more della redazione del PTGM, il Piano Territoriale di Coordinamento provinciale – PTC2, approvato con deliberazione del Consiglio Regionale n. 121-29759 del 21 luglio 2011, pubblicata sul B.U.R.n. 32 del 11 agosto 2011, mantiene piena efficacia.


PROGETTI

  • Progetto ARTACLIM (Alcotra) - Strategie di adattamento e resilienza per i territori alpini rispetto ai cambiamenti climatici
  • MISTA (ESPON) - Strategie territoriali per le aree industriali metropolitane
  • SPIMA (ESPON) - Dinamiche spaziali e pianificazione strategica nelle aree metropolitane