Piano Territoriale Generale Metropolitano

La Legge 7 aprile 2014, n. 56 Disposizioni sulle città metropolitane, sulle provincie, sulle unioni e fusioni di comuni, assegna alle città metropolitane la funzione fondamentale di pianificazione territoriale generale. Il Piano territoriale generale metropolitano (PTGM), una volta approvato, assume anche efficacia a tutti gli effetti di Piano territoriale di coordinamento.

Con Decreto della Sindaca Metropolitana DCRS-35-2021 del 2 aprile 2021 è stata pubblicata la Proposta tecnica di Progetto preliminare di piano territoriale generale metropolitano .

A conclusione del periodo di pubblicazione (aprile-luglio 2021) sono pervenute 21 note di Osservazioni da parte dei Comuni, delle forme associative che svolgono funzione in materia di pianificazione urbanistica, dell'autorità competente alla VAS e dei soggetti competenti in materia ambientale.


 

LogoPTGM

 

Cos'è il PTGM
Legge 7 aprile 2014, n. 56 - Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni
Alla città metropolitana sono attribuite le funzioni fondamentali delle province e quelle attribuite alla città metropolitana nell'ambito del processo di riordino delle funzioni delle province:
  • Pianificazione territoriale generale, ivi comprese le strutture di comunicazione, le reti di servizi e delle infrastrutture appartenenti alla competenza della comunità metropolitana, anche fissando vincoli e obiettivi all'attività e all'esercizio delle funzioni dei comuni compresi nel territorio metropolitano (art. 1 let. b), comma 44)
  • Pianificazione territoriale provinciale di coordinamento, nonché tutela e valorizzazione dell'ambiente, per gli aspetti di competenza (art. 1 let. a), comma 85)
Legge regionale n. 56 del 05 dicembre 1977 smi - Tutela ed uso del suolo

Il PTGM, in conformità alle indicazioni contenute nel PTR e nel PPR e in coerenza con gli altri strumenti di pianificazione regionale a valenza territoriale, definisce la pianificazione territoriale generale configurando l'assetto del territorio, tutelando e valorizzando l'ambiente naturale nella sua integrità, considerando la pianificazione comunale esistente e coordinando le politiche per la trasformazione e la gestione del territorio che risultano necessarie per promuovere il corretto uso delle risorse ambientali e naturali e la razionale organizzazione territoriale delle attività e degli insediamenti, ivi comprese le strutture di comunicazione, le reti di servizi e delle infrastrutture appartenenti alla competenza della comunità metropolitana, anche fissando vincoli e obiettivi alle attività e all'esercizio delle funzioni dei comuni compresi nel territorio metropolitano(art. 5, comma 2bis).

Le finalità e i contenuti specifici del PTGM sono definiti dalla Legge regionale 56/77 smi e dagli strumenti di pianificazione generale regionali (Piano territoriale regionale e Piano paesaggistico regionale)

Linee di indirizzo per la formazione del PTGM

Proposta tecnica di Progetto preliminare di piano territoriale generale metropolitano

Formazione ed approvazione
PTGM iter formazione

Il PTGM è approvato dal Consiglio metropolitano, acquisito il parere obbligatorio dell'Assemblea dei sindaci delle Zone omogenee ed il parere vincolante della Conferenza metropolitana (articolo 8 dello Statuto metropolitano) ed è redatto con il concorso dei Comuni e delle forme associative che svolgono la funzione in materia di pianificazione urbanistica.

 

PROPOSTA TECNICA PRELIMINARE DI PTGM
Gruppo di lavoro e riferimenti
Gruppo di lavoro PTGM: Unità di progetto PTGM, integrato dai referenti dei Dipartimenti e Direzioni indicate

 

Dipartimento Territorio, edilizia e viabilitàDipartimento Sviluppo economicoDipartimento Ambiente e Vigilanza ambientaleDipartimento Educazione e Welfare 
UdP PTGM Udp PSM UdP Agenda sostenibilità ambientale Direz. Formazione Direz. Azioni integrate EELL
UdP Mobilità sostenibile Direz. Attività produttive Direz. Rifiuti e bonifiche Direz. Istruzione e pari opportunità Unità Special. Tutela del territorio
Direz. Territorio e trasporti (comprende urbanistica) Direz. Servizi alle imprese Direz. Risorse idriche   Direz. Comunicazion ie rapporti con i cittadini e territori
Direz. Viabilità 1 Unità Special. Progetti EU ed internazionali Direz. Sistemi naturali    
Direz. Protezione civile Unità Special.Tutela flora e fauna      

 

Gruppi di lavoro tematici:
  • Tavolo della Montagna
  • Gruppo Natura
  • Gruppo Mitigazioni e compensazioni ambientali
Valutazione ambientale strategica (VAS e VI)
La Valutazione Ambientale Strategica (VAS) costituisce il principale strumento per l'integrazione delle considerazioni di carattere ambientale nell'elaborazione e nell'adozione di piani e programmi che possono avere effetti significativi sull'ambiente. Essa assicura che gli effetti della loro attuazione siano presi in considerazione già nel corso della fase di elaborazione delle strategie pianificatorie, ossia prima della loro adozione o approvazione finale.

A livello legislativo la VAS è stata introdotta con la Direttiva Europea 2001/42/CE concernente la valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull'ambiente naturale.

La normativa europea è stata in seguito recepita nel d.lgs. 152/2006 smi, recante "Norme in materia ambientale" che stabilisce la necessità di sottoporre il PTGM al processo di valutazione. La procedura valutativa si articolerà in sintesi nelle seguenti fasi:
  • specificazione (scoping) dei contenuti della valutazione;
  • redazione e condivisione del Rapporto Ambientale preliminare e definitivo, elemento centrale del processo valutativo;
  • monitoraggio dell'efficacia delle scelte di piano in seguito alla sua entrata in vigore.

Il percorso di VAS del PTGM è stato progettato con la finalità di garantire la sostenibilità delle scelte di piano e di integrare le considerazioni di carattere ambientale, accanto e allo stesso livello di dettaglio di quelle socioeconomiche e territoriali, fin dalle fasi iniziali del processo di pianificazione. Per questo motivo, le attività di VAS sono state impostate in collaborazione con il soggetto pianificatore ed in stretto rapporto con i tempi e le modalità del processo di piano.

 

Assemblee consultive nelle Zone Omogenee
Zone OmogeneaNome ZonaData AssembleaLuogo AssembleaDocumentazione
Zona 10 Chivassese 12 maggio ore 18-20 Videoconferenza Dossier
Zona 9 Eporediese 13 maggio ore 13-15 Videoconferenza Dossier
Zona 4 AMT Nord 13 maggio ore 18-20 Leini Dossier
Zona 6 Valli di Susa e Sangone 17 maggio ore 18-20 Sala consiliare Sant'Ambrogio Dossier
Zona 11 Chierese - Carmagnolese 19 magio ore 18-20 Videoconferenza Dossier
Zona 8 Canavese Occidentale 20 maggio ore 18-20 Videoconferenza Dossier
Zona 7 Ciriacese - Valli di Lanzo 24 maggio ore 18-20 Sala Consiglio Comunale Dossier
Zona 1 Torino 25 maggio ore 13-15 Videoconferenza Dossier
Zona 3 AMT Sud 26 maggio ore 18-20 Videoconferenza Dossier
Zona 2 AMT Ovest 27 maggio ore 13-15
Sala Consiliare Dossier
Zona 5 Pinerolese 9 giugno ore 17-19 Sala dei Cavalieri
Viale Giolitti, 7
Pinerolo
Dossier

 

Nelle more della redazione del PTGM, il Piano Territoriale di Coordinamento provinciale – PTC2, approvato con deliberazione del Consiglio Regionale n. 121-29759 del 21 luglio 2011, pubblicata sul B.U.R.n. 32 del 11 agosto 2011, mantiene piena efficacia.

 

Contatti:

Dipartimento Territorio, Edilizia e Viabilità - Unità di Progetto PTGM
Segreteria:
tel. 011 861.6211 Corso Inghilterra, 7 - 10138 TORINO
@mail: ptgm@cittametropolitana.torino.it