Presentazione

La Città metropolitana di Torino opera da decenni attraverso il Servizio Cartografico ed il Sistema Informativo Territoriale (già GITAC dal 2005) per la formazione, gestione, conservazione e messa a disposizione di Enti pubblici, professionisti e cittadini, di cartografia e dati territoriali ed ambientali.

Il materiale gestito dal Servizio Cartografico (attivo fin dagli anni '70), documenta quasi 50 anni di trasformazione del territorio provinciale, ed è adatto sia allo studio dei fenomeni nel lungo periodo, (es. consumo di suolo, diffusione insediativa,...), sia ad analisi e approfondimenti specifici (es. modificazioni a seguito di fenomeni alluvionionali).
Il SIT, registrando, organizzando, analizzando e gestendo attraverso banche dati e gli Osservatori tematici interattivi le basi informative territoriali ed ambientali, mette a disposizione il supporto conoscitivo indispensabile ai processi decisionali complessi.

Dal Settembre 2018 la Città metropolitana ha aderito all'Infrastruttura regionale per l'informazione geografica e contestualmente ha approvato l'Accordo di collaborazione con la Regione Piemonte (pdf 137 KB) per la condivisione di dati geo-topografici estrumenti per la loro fruizione (Decreto del Vicesindaco metropolitano n. 347 - 16837/2018)
In particolare CMTo opera e concorre per:

  • l'integrazione dei Geoportali
  • l'aggiornamento e l'integrazione costante della BDTRE (Base Dati Territoriale di Riferimento degli Enti)
  • la diffusione e lo sviluppo degli strumenti OpenGIS (a partire dal plugin QGISAtlante) la realizzaizone e del progetto Catasto per il territorio metropolitano
  • l'attuazione del progetto Urbanistica Senza Carta
  • conferma l'utilizzo di SIRA per la gestione del dato ambientale e concorre all'assistenza all'uso di ARADA, anche attraverso un più stretto rapporto con i SUAP metropolitanio;
  •  è tramite per un'attiva partecipazione dei Comuni del territorio metropolitano all'Infrastruttura geografica regionale