Progetto catasto

Oramai da diversi decenni è emersa l'esigenza (in particolare da parte delle amministrazioni comunali e dei professionisti che si occupano di pianificazione ed urbanistica) di poter disporre di una "mosaicatura" catastale quale supporto cartografico nei processi di analisi, programmazione e pianificazione del territorio.
Nel Novembre 2017, Agenzia delle Entrate, già Agenzia del Territorio, ha reso disponibile la cartografia catastale attraverso un servizio di consultazione realizzato in attuazione della Direttiva europea INSPIRE, basato sullo standard WMS 1.3.0 e pubblicato con licenza Creative Commons BY, NC, ND. I dati catastali, così come disponibili, non sono tuttavia direttamente utilizzabili nei processi programmatori, di pianificazione e urbanistica poichè esistono delle problematiche (in particolare per le mappe contigue) di sovrapposizione o buchi, legate al processo originario di vettorializzazione.


Per rispondere nell'immediato all'esigenza delle PA di disporre di una cartografia catastale mosaicata ed aggiornata, nelle more del completamento della mosaicatura iniziata dall'Agenzia delle Entrate, la Città metropolitana di Torino ha sottoscritto un accordo di adesione al nuovo progetto Mosaicatura Catastale, coordinato da Regione Piemonte, provvedendo con il supporto di CSI Piemonte alle attività di mosaicatura di tutti i fogli catastali riferiti al proprio territorio metropolitano.
Il nuovo progetto inoltre, prevede di integrare la classe "part_cat - Particelle catastali" nella Base Dati territoriale di riferimento degli Enti (BDTRE) in modo coerente con le altre classi così come previsto dalle Specifiche di Contenuto nazionali dei Database GeoTopografici.

L'Agenzia delle Entrate, rende disponibile la cartografia catastale attraverso un servizio di consultazione, in attuazione della Dir. EU INSPIRE, basato sullo standard WMS 1.3.0 e pubblicato con licenza Creative Commons BY, NC, ND. La stessa cartografia è disponibile per la PA Piemontese attraverso SigmaTer Piemonte, oltre che attraverso servizi diretti per i comuni da parte dell'Agenzia stessa (Portale dei Comuni).

 

VAI AL NUOVO PROGETTO CATASTO
Note: la cartografia prodotta dal Progetto catasto non ha valenza legale.

 

Già nel dicembre 2001 la Provincia di Torino sottoscrisse una Convenzio con l'Agenzia delle Entrate di Torino, avviando un progetto di sperimentazione, condotto con il supporto di CSI-Piemonte, al fine di conseguire una accelerazione dell'espletamento delle attività di costituzione di un'anagrafe dei beni immobiliari, e per l'informatizzazione del Catasto Terreni, quale premessa per conseguire una migliore pianificazione territoriale e una più coerente gestione della fiscalità locale. La convenzione prevedeva di coniugare i contenuti della cartografia tecnica provinciale (scala 1:5.000) con le informazioni dell'Agenzia (pur in presenza di differenti sistemi di rappresentazione).


PROGETTO CATASTO - PROVINCIA DI TORINO 2001