Tutela Fauna e Flora

Pesca acque interne della Città Metropolitana

Modalità e normativa
Approfondimenti e novità

PIEMONTE IN ZONA "ARANCIONE" - LA PESCA CONSENTITA NELL'AMBITO DEL PROPRIO COMUNE

30 novembre 2020

La mutata classificazione della regione Piemonte in materia di emergenza Covid19, da zona rossa a zona arancione, come riportato dal sito della presidenza del Consiglio dei ministri nella pagina DOMANDE FREQUENTI SULLE MISURE ADOTTATE DAL GOVERNO IN MERITO ALL'EMERGENZA COVID-19, è possibile praticare la pesca dilettantistica o sportiva solo nell’ambito del proprio Comune.


ATTENZIONE SOSPENSIONE TEMPORANEA PESCA TORRENTE SANGONE -  TRATTO TERMINALE
Con Determinazione Dirigenziale n. 2881 del 24/07/2020 (pdf 154 Kb) è stata disposta la chiusura della pesca a tutte le specie ittiche presenti nel tratto del torrente Sangone che intercorre dal ponte di strada Torino in Comune di Beinasco fino alla confluenza con il fiume Po, con effetto immediato e sino a data da destinarsi.

 

A decorrere dal 1° luglio 2020 la tassa e la soprattassa regionale dovranno essere pagate in un'unica soluzione secondo gli importi e le modalità di seguito indicati utilizzando il sistema di pagamento PAGOPA (tramite l'apposito servizio "Licenza di pesca" su Sistemapiemonte).
 - Licenza di tipo A (pesca professionale): € 65,00 (tassa € 22,00, soprattassa € 43,00)
 - Licenza di tipo B (pesca dilettantistica): € 35,00 (tassa € 12,00, soprattassa € 23,00)
 - Licenza di tipo D (pescatori stranieri): € 14,00
Possibilità di accesso al servizio:
1 - Con il "Pagamento online" potrai pagare subito utilizzando il tuo home banking (per le banche abilitate, cerca i loghi CBILL o pagoPA), oppure con carta di credito o con altre forme di pagamento che ti verranno proposte.
2 - Con il "Pagamento differito" dovrai scaricare e stampare l'avviso di pagamento, che potrai utilizzare per pagare presso gli sportelli ATM della tua banca (se abilitati), presso i punti vendita di SISAL, Lottomatica e Banca 5 oppure presso gli Uffici Postali.

 

IMPORTANTE
UTILIZZO DI CANNE DA PESCA IN VICINANZA DI LINEE ELETTRICHE

L'utilizzo di canne da pesca in prossimità di linee elettriche aeree è potenzialmente pericoloso poiché il loro contatto con queste ultime è causa di scariche elettriche le cui conseguenze possono risultare gravi o addirittura fatali.
Si pone pertanto l'attenzione sui seguenti aspetti:
- Le linee elettriche aeree sono da considerarsi permanentemente in tensione;
- Le canne da pesca e in particolare quelle in fibre di carbonio sono da considerarsi conduttrici di elettricità e le linee elettriche possono trovarsi ad una altezza raggiungibile dalle canne.
Tali considerazioni portano a formulare i seguenti consigli:
- Prima di montare la canna da pesca esaminare con attenzione l'ambiente in cui si vuole operare per accertare l'assenza di linee elettriche.
- Non utilizzare mai canne da pesca nelle vicinanze di linee elettriche.
- Non mantenere mai la canna da pesca montata durante gli spostamenti da un luogo di pesca ad un altro.

Link esterni